.

 DIZIONARIO ETIMOLOGICO ONLINE
Home - Informazioni - Abbreviazioni - Contatti

RICERCA

monito
monitore
monitorio
monna
monoculo, monocolo
monocordo
monocotiledono

Monna





Onecoin

Il modo
più moderno
di perdere
i vostri soldi.

Attenzione

Non investite in Onecoin
È un modo quasi certo di rimetterci soldi.
Non è una crittovaluta, è un schema piramidale stile catena di Sant'Antonio.
Potete trovare ulteriori informazioni su onecoin

Copyright 2004-2008 Francesco Bonomi - Vocabolario Etimologico della Lingua Italiana
Tutti i diritti riservati - Privacy Policy



Atlante Storico
Il più ricco sito storico italiano

La storia del mondo illustrata da centinaia di mappe, foto e commenti audio






















1 ted Affé); dial. bret. m o un a bertuccia: mònna sp. e pori. mona signora e ber tuGcia (ed anche ubriachezza, come il antica forma sincopata di MADONNA, che un d 6 Ma i Satiri, che avean bevuto monne. (EEDI. Ditirambo. 46). Deriv. Monnerino; le bevande spiritose. Monninò-a; Monn!ne; Monnosino [sp. mono] == Gì-razioso, dioouso [quasi come una bertuccia]; Monnìiccia. a isonne, Si sdraiaron sull'erbetta Tutti cotti come anche Mona, che però differisce da Monna, in quanto la prima è usata solamente per la gran somiglianzà che esse hanno colPuomo. [Il francese ha pure guenon, che è dal? a. a. ted. winjà amica}. Però il Bullet in questo senso si preponeva al nome delle donne di civile condizione, passata che fosse la giovanezza: ma oggi non si userebbe che in scherzo o per dileggio. Vale anche Bertuccia, Scinda, e ciò secondo alcuni, nel significato scherzevole di Scimmia. « Cotto come una monna » == Briaco all'ultimo segno, « Pigliar la monna » == Ubriacarsi, e questo per Feffetto grandemente esilarante, che producono su queste povere bestiuole lo trae dal celi. MÒNES o MÒUNA scimia [che per verità debbono esser voci prese alle lingue romanze] e questo da MÒUNHIA muover le labbra senza suono, a foggia di chi parla sommessamente: la quale attitudine si lascia spesso osservare nelle scimmie (cfr. Bertuccia): ed alcuno pensa non doversi trascurare il cello (bret. e gali.) MON, che vale uomo e piccolo. Dicesi scio compartimento ascrivere strisciare frittella inverso adusare perspicace rotolare esemplare persona ante consumato cachettico veditore riscolo macole forza avena fonico deretano sospirare ronca crocidare e retroguardia squacquerare alfabeto babbaleo settuagenario anguinaia attorto fogno screpolare giullare spanare palpare allindare raia defraudare accessorio bighellone palillogia baionetta iota sterta concilio manteca croce lunetta tagliacantoni Pagina generata il 25/07/17