DIZIONARIO ETIMOLOGICO ONLINE
Home - Informazioni - Abbreviazioni - Contatti

RICERCA

ottuso
ovatta
ovazione
ove
ovest
ovidutto
ovile

Ove





Copyright 2004-2008 Francesco Bonomi - Vocabolario Etimologico della Lingua Italiana
Tutti i diritti riservati - Privacy Policy



Simone Secchi Sindaco di Greve in Chianti






















2 KO? (^r. comune óve » w. 'oof in qualche luogo] dativo antiquato (deri vante da un primitivo QTOBI) del pronome relativo QUI quale: che sta in relazioni col sscr. "kva ove, in qual luogo, ku-tas d^nde, da qual luogo, a, cui pure risal Pa. a. ted. wa, mod.. wo (per ku.a, kuo) il got. h v - a r, UBI ohe sta per CUBI [com desumesi dai comp. SÌ-CUBI se in qualche luogo, ALÌ-OUBI in qualche altro luogo ec e dall'affine gr. ionie. anglo-sass. h w - a e r (ond( 4 Dante attribuisce KU- da cui hanno pure origine i pronomi Ohi e Quale. Avverbio di luogo esprimente quiete, ma che talvolta agli Aretini) == lai. ubi vèll.es o vèlis: Dove tu nella terminologia dei grammatici latini, si è quella d'indicare il luogo a foggia di avverbio. Deriv. Ovèlle (che voglia, In quainnqne parte, e poi In nessun luogo (cfr. fr. quelqne pari); mod. aretin, DuvèlU, Induvèlle == lai. de-nbi o in-deubi-velles. Vingt. wh-ere con trasposizione degli elementi della radice), Voland. waar (per hwaar) e il Ut. kur, nei quali ritrovasi la rad. cu-, fu usato anche per indicare moto, e che risponde a In o A qual luogo: essendo ben noto che una delle funzioni della terza desinenza dei nomi, detta comunemente caso dativo maceria utopia moia promontorio calcinare naib czarovitz polla scollacciarsi scerpellone spolpare ogiva dimoiare appannare ripetere sgattaiolare tanaceto tagliacantoni granciporro ansa occaso zeta archipendolo infondere urbicario mortale raggranellare pinna angora cerpellino permiano eddomadario soffumicare fantasmagoria rifascio bacchetta musornione calibea melope perdurare verretta fare imponderabile diiunga gavotta camato indolirsi frizzare idrodinamica calendario Pagina generata il 16/07/19